Novità da SoloGossip24

  • Festa della mamma: storia e curiosità su un giorno amatissimo
    by Tgcom24 on 7 Maggio 2021 at 03:00

    LE ORIGINI DELLA FESTA – La mamma è protagonista di una festa a lei dedicata fin da tempi molto antichi. In epoca greca e romana le divinità legare alla fertilità femminile erano spesso associate all’agricoltura e, in epoche ancora più antiche, al culto della madre Terra. La primavera, momento di rinascita della natura era la stagione privilegiata in cui celebrare la maternità e la fecondità, e quindi la mamma.    MOTHER’S DAY – In tempi moderni, la Giornata della mamma è stata celebrata per la prima volta il 24 dicembre 1933, data della Giornata nazionale della Madre e del Fanciullo. Non fu istituita una vera ricorrenza, ma fu piuttosto un evento unico, non più ripetuto negli anni successivi: in quell’occasione furono premiate le madri più prolifiche,  come voleva la politica della famiglia e la retorica propugnata dal governo fascista. Lo spirito odierno della Festa della mamma è, naturalmente, molto differente e, nel nostro Paese, risale al 1956, quando il senatore Raul Zaccari, sindaco di Bordighera, dedicò una giornata alle mamme della sua città; due anni dopo, presentò al Senato della Repubblica un disegno di legge per ottenerne l’istituzione nazionale della festa, che, dopo qualche mese di dibattito, fu ufficialmente istituita. In un primo tempo si celebrava l’8 maggio, ma dal 2000 è stata spostata alla domenica immediatamente successiva.    DAGLI STATI UNITI IL SIMBOLO DELLA FESTA   Negli Stati Uniti d’America la stessa idea era in circolazione fin dal 1873, anno in cui due donne giunsero per strade diverse alla medesima intuizione. Una era la pacifista e femminista Julia Ward Howe, seguita a ruota da Anna M. Jarvis. In particolare, Anna era profondamente legata a sua madre: dopo la sua morte tempestò di lettere gli uomini politici del governo affinché venisse istituita una festa per celebrare tutte le mamme del mondo. Alla fine riuscì a spuntarla e il primo Mother’s Day fu celebrato a Grafton il 10 maggio 1909. Anna scelse anche come simbolo della festa il garofano bianco, il fiore più amato dalla sua mamma.  UN FRANCOBOLLO PER LA MAMMA – Oltre Oceano la Festa della mamma ha sempre ricevuto una certa attenzione dei politici, forse legate al consenso politico o a ragioni affettive.  Ad esempio il presidente Roosevelt nel 1934 disegnò personalmente un francobollo ufficiale per la ricorrenza, con tanto di annullo dedicato. Nel nostro Paese le Poste hanno dedicato vari annulli filatelici alla Festa della mamma e una speciale cartolina postale, oggi oggetto da collezione.     NEI PAESI DEL MONDO – Non tutti i Paesi festeggiano la mamma nello stesso giorno. La seconda domenica di maggio è la data scelta dalla gran parte degli Stati europei, tra cui l’Italia, da Stati Uniti, Giappone, Australia. In Norvegia, invece, la festa cade la seconda domenica di febbraio, mentre in molti Paesi si celebra in coincidenza con la Giornata della Donna, ovvero l’8 marzo. Abbastanza gettonata è anche l’ultima domenica di maggio, scelta da Paesi tra cui Francia,  Algeria, Camerun Haiti, Madagascar, Mali, Marocco, Mauritius, Niger, Senegal, Svezia, Rep. Dominicana e  Tunisia.

  • Amore platonico: il bello e il brutto di innamorarsi dell’amore
    by Tgcom24 on 7 Maggio 2021 at 03:00

    PERCHÉ SI CHIAMA COSÌ – Che c’entra Platone con un sentimento amoroso? Questo filosofo greco, vissuto tra il V e il IV secolo a.C., fu allievo di Socrate e maestro di Aristotele. Come si legge nel suo dialogo “Il Simposio”, secondo Platone l’amore, inteso come moto dell’animo e non come forma di relazione e di attrazione, è capace di generare un impulso a trascendere la realtà sensibile, legata al mondo delle apparenze, e di spingere la conoscenza verso lo spirito assoluto. L’eros (che in greco significa appunto amore) ha una natura ambivalente: da un lato ci invita all’unione carnale che ha come scopo la procreazione, dall’altro ispira sentimenti elevati di attrazione nei confronti del Bello e del Vero. Per questo l’amore più nobile è attratto dalle qualità morali e intellettuali di una persona piuttosto che da quelle fisiche.  In termini più contemporanei potremmo dire che ci possiamo innamorare di una persona perché ci evoca l’idea che abbiamo dell’amore nel nostro immaginario.    CHE COSA CI SUCCEDE – Oggi possiamo definire platonico un sentimento amoroso puramente spirituale, svincolato dalla sfera dell’attrazione fisica. Può essere un amore a distanza, l’infatuazione ideale per un attore, un cantante o uno sportivo, o ancora un amore non corrisposto che ci limitiamo a coltivare in segreto. L’esperienza diretta ci insegna che si tratta di un sentimento così intenso che può arrivare a trasformarsi in ossessione, e che, per trovare una strada di espressione, a volte si traduce in arte e in poesia, anche sublimi. Ci sono però casi in cui proprio il fatto che un amore tanto potente non trovi modo di esprimersi in una unione fisica può trasformarlo in un vortice ripiegato su se stesso, capace di sfociare nella negatività e addirittura, nei casi peggiori, persino nella patologia.    INNAMORARSI DELL’AMORE: PRO E CONTRO – Il fatto di aspirare a un amore completo, che ci avvolga fin del profondo e che si imbeva di romanticismo è una giusta aspirazione. La sfera fisica ha una valenza imprescindibile, ma la comunione tra i partner deve coinvolgere anche la sfera emotiva e quella razionale. In questo senso, l’amore romantico (più che quello platonico) è una dimensione che non deve mancare in un rapporto a due. Quando però abbiamo un ideale troppo alto dell’amore, rischiamo di perdere il senso della misura ed essere irrealistici: la perfezione non esiste, nemmeno nella sfera dei sentimenti. Tutto è frutto di compromessi, di mediazioni e di rispetto per quello che l’altro è, a cominciare dai suoi limiti e dai suoi difetti. La frase “e vissero felici e contenti” con cui si concludono le fiabe nasconde in realtà un cammino a volte tortuoso e in salita, al quale occorre essere preparati.    IL TROPPO AMORE – Se da un lato l’attesa dell’Amore con la A maiuscola può impedirci di riconoscere le opportunità di rapporti sani e appaganti, anche se meno idealizzati, dall’altro può spingerci a restare troppo attaccati a una storia, per noi molto coinvolgente, che si è conclusa ed esaurita. Rimuginare troppo sul passato, conservare il ricordo di un partner perduto e utilizzarlo come metro di paragone di relazioni successive significa partire con il piede sbagliato in ogni storia che potrebbe invece essere felice.  Se proprio non riusciamo a liberarci del ricordo di un vecchio amore, adoperiamoci per prenderne le distanze, trasformandolo in un bel ricordo da conservare con cura, ma da trattare come una fotografia, da guardare ogni tanto ma da rinchiudere senza esitazioni nel cassetto, quando siamo in compagnia di nuovi amici. 

  • Astro Sexy Parade: i Segni che brilleranno in amore nel weekend
    by Tgcom24 on 7 Maggio 2021 at 03:00

    1.    PESCI I tuoi sogni erotici più eccitanti si trasformeranno in realtà. Basta scegliere un amico come amante! 2.    CANCRO Marte ti farà raggiungere temperature molto elevate, senza vestiti, a letto con un nuovo amante. 3.    TORO Lilith parla di trasgressioni sessuali e potrai sperimentarle anche col tuo partner abituale. 4.    GEMELLI Non limitarti a parlare di sesso: c’è qualcuno che non vede l’ora di sfiorare ogni punto del tuo corpo.

  • Sole: i suoi raggi ci rendono più belli, più sani e più felici
    by Tgcom24 on 6 Maggio 2021 at 03:00

    ELIOTERAPIA – I vantaggi che derivano da una corretta esposizione ai raggi solari sono così numerosi da poter parlare di elioterapia, ossia di uso terapeutico della luce prodotta dalla nostra stella.  La forma più elementare di elioterapia è il bagno di sole: basta qualche minuto per avvertire una piacevole sensazione di calore, di rilassamento e di benessere, frutto di una interazione complessa tra le radiazioni solari e i diversi sistemi fisiologici del nostro organismo. Il primo e principale beneficio dell’esposizione, con le dovute cautele, ai raggi solari è la trasformazione della vitamina D nella sua forma attiva, indispensabile per l’assorbimento del calcio e quindi per la salute delle ossa. Dato che il meccanismo avviene attraverso la pelle, è bene esporre al sole oltre al viso anche braccia e gambe non appena le temperature lo permettono, magari in occasione di una passeggiata. Questa accortezza è utile soprattutto in questo periodo in cui la superficie di pelle del viso esposta al sole è ridotta dalla necessità di indossare la mascherina.    COME SONO FATTI I RAGGI DEL SOLE – La radiazione solare contiene uno spettro piuttosto ampio. Oltre alla luce visibile, quella cioè che percepiamo attraverso gli occhi, il sole emette una serie di radiazioni classificate in base alla loro lunghezza d’onda. I raggi infrarossi sono quelli che ci trasmettono il calore e che si fermano alla superficie della nostra pelle. I raggi ultravioletti (UV), invece, penetrano più in profondità, fino a raggiungere il derma: sono quindi più aggressivi, influenzano il nostro sistema metabolico e agiscono sui tessuti. I loro effetti non sono necessariamente negativi: sono loro, anzi, ad apportare i maggiori benefici alla nostra salute, a patto di usare cautele ed accortezze. Esistono tre tipi di raggi UV, dagli effetti ben differenti. I raggi UVA stimolano il rilascio della melanina e quindi l’abbronzatura, ma favoriscono anche i melanomi, ovvero i tumori della pelle e il cosiddetto foto-invecchiamento cutaneo. I raggi UVB sono potenzialmente più cancerogeni degli UVA, ma sono anche gli autori della sintesi della vitamina D e quindi hanno una fondamentale importanza per l’organismo. Infine, gli UVC: sono i più pericolosi in assoluto, ma non raggiungono la superficie terrestre perché sono filtrati dallo strato di ozono che avvolge la Terra.    I BENEFICI PER IL CORPO –L’attivazione della vitamina D non è l’unico vantaggio che i raggi solari offrono al nostro fisico. Molte patologie cutanee migliorano con l’esposizione al sole: tra queste la psoriasi, l’acne e alcune forme di eczemi. Il sole favorisce l’assorbimento del calcio ed è quindi importantissimo in caso di osteoporosi e di artrosi, ma fa bene anche a chi soffre di disturbi alle articolazioni e di asma bronchiale e linfatismo. Studi recenti hanno dimostrato anche una correlazione tra carenza di i vitamina D e alcune forme tumorali, in particolare al colon e al seno. L’esposizione al sole favorisce infine il rilassamento muscolare e migliora l’efficienza del sistema immunitario.    I VANTAGGI PER LA MENTE – Una bella giornata soleggiata ci rende subito di buon umore e ci fa sentire più allegri ed energici. Questo avviene perché I raggi solari agiscono sull’attivazione a livello cerebrale di alcuni neurotrasmettitori, tra cui la serotonina, un importante regolatore dell’umore capace di regalarci benessere, energia e abbattere i livelli di stress. La luce solare, inoltre, stabilizza il funzionamento del sistema endocrino, regolarizzando i nostri ritmi biologici a cominciare dalla produzione di melatonina nelle ore notturne, migliorando quindi il rapporto sonno-veglia.    IL MODO CORRETTO DI GODERSI IL SOLE – La luce solare è dunque un potente alleato di salute e di benessere, a patto di godersela con qualche cautela. L’ideale sarebbe esporsi al sole tutto l’anno per 30 minuti al giorno, in modo da favorire e mantenere una giusta attivazione della melanina che, oltre a regalarci un bel colorito sano, ha la funzione di proteggere la pelle dalle radiazioni solari nocive. Le ore centrali della giornata sono quelle in cui i raggi “mordono di più”: meglio quindi privilegiare l’esposizione nelle ore del mattino e della seconda metà del pomeriggio. Una cura particolare va riservata agli occhi, anche a quelli dei bambini: i raggi solari possono danneggiare la retina anche in modo grave: è quindi indispensabile l’uso di occhiali con lenti dalla protezione certificata. Al mare, in montagna e, per i soggetti più sensibili, anche in città è indispensabile utilizzare una crema solare dal filtro adeguato. Non dimentichiamo però che, soprattutto nei periodi in cui abbiamo poche occasioni di stare al sole, i filtri solari bloccano l’azione di attivazione della vitamina D, per cui cerchiamo di raggiungere un compromesso. Infine, se siamo costretti in casa, ad esempio a causa dei lockdown da coronavirus, sfruttiamo i balconi e al limite, le aree della casa che ricevono sole diretto: in questo caso è necessario aprire la finestra perché i raggi UV sono schermati dai vetri. 

  • Cristina Viola: “La cura di sé significa anche occuparsi del proprio benessere intimo”
    by Tgcom24 on 6 Maggio 2021 at 03:00

    Cristina, buongiorno. So che sei giovanissima, ma che hai già una carriera imprenditoriale di successo. E’ vero, non ho ancora compiuto trent’anni, ma è dal 2020 che mi sono lanciata in un’avventura imprenditoriale che mi sta regalando grandi soddisfazioni: è VY Milano, un brand che nasce dalla mia idea di benessere femminile e che non riguarda solo l’aspetto estetico e fisico, ma anche quello più intimo di cui nessuno fino ad ora si è occupato in modo così completo e al passo coi tempi.   VY Milano: sono curiosa di saperne un po’ di più. Dopo aver analizzato in maniera approfondita il mercato della personal care e della cosmetica, ho capito che mancava qualcosa che si prendesse davvero cura delle parti intime delle donne, che oggi (Covid-19 e limitazioni permettendo) sono sempre più attive e in movimento: un prodotto che fosse in grado di adattarsi alle esigenze di ognuna e non viceversa. Ho pensato quindi a una linea dermocosmetica composta al momento da una prima collezione di tre sieri intimi complementari fra loro in grado di rispondere alle esigenze di tutte, a tutte le età e in modo quotidiano per preservare il benessere.    Tre sieri per tre usi diversi, tutti finalizzati al benessere. Hydra Gold, il siero che idrata e protegge, Feel Relief, il siero prebiotico volto a rinforzare la barriera cutanea per prevenire i disturbi intimi quali, ad esempio, prurito e bruciori, ed infine il siero Detox, dalla forte azione lenitiva e anti arrossamento, sono i prodotti che compongono la prima linea a cui abbiamo voluto dare un nome che spiegasse la nostra mission: VY, ovvero “Value Yourself”, dai valore a te stessa. Per rispondere al meglio alle esigenze femminili, prima di idearli abbiamo creato un focus group e sottoposto un questionario a circa 400 donne a cui abbiamo chiesto se avessero dei problemi e quali fossero, le loro esigenze in termini di cura intima e che cosa avrebbero voluto per sentirsi meglio e a posto. Successivamente, ci siamo rivolti a laboratori dermatologici che hanno studiato le differenti formulazioni, tenendo conto di quello che io stessa desideravo sia per quanto riguarda la scelta degli ingredienti, che sono al 98% naturali, sia per quanto concerne la texture, oltre naturalmente al tipo di problematica a cui volevo dare una risposta adeguata e concreta.   VY Milano non ha lasciato nulla al caso. Assolutamente no: tutto è stato studiato con grande attenzione e con assoluta serietà, proprio per poter rispondere in maniera appropriata ed efficace alle esigenze delle donne. Prima di commercializzare i prodotti abbiamo condotto studi clinici e ginecologici per avere la certezza di proporre sieri sicuri, validi e funzionali. Per far questo, ci siamo rivolti a laboratori esterni diversi da quelli che hanno sviluppato le formule e abbiamo condotto dei test sul campo coordinati da una ginecologa, una biologa e una farmacista che hanno seguito 60 donne, diverse per età e problematiche, per una durata di trenta giorni, al termine della quale abbiamo misurato e certificato la funzionalità, l’efficacia e la sicurezza dei nostri prodotti.   Si tratta di un’idea imprenditoriale molto originale e sfidante: come è nata? Dopo essermi laureata in psicologia all’università, ho trascorso diverso tempo all’estero, soprattutto negli Stati Uniti dove ho studiato per altri due anni specializzandomi nel marketing e nella comunicazione lavorando in aziende internazionali. In seguito, ho deciso di perfezionare le mie conoscenze nel marketing frequentando un master che ha previsto diversi spostamenti tra Madrid, Londra e San Francisco. Al termine di questa esperienza sono rientrata in Italia, con il desiderio però di fare qualcosa di mio, che mi rispecchiasse e che soddisfacesse il mio desiderio, sempre costante in tutte le mie esperienze lavorative e personali, di prendermi cura degli altri e fare qualcosa che potesse concretamente migliorare la vita delle persone, in questo caso le donne. Dopo una analisi attenta e studi approfonditi, ho capito che questo era ciò che mi sarebbe piaciuto fare e l’ambito in cui avrei voluto misurarmi.   Un’idea nata nel cuore della notte… Proprio così, è stata quasi una folgorazione della quale ho subito messo al corrente il mio fidanzato (imprenditore lui stesso) e che poi ho deciso di presentare a mio padre e a mio zio, entrambi imprenditori, anche se in ambiti totalmente diversi e legati a processi di ingegnerizzazione e quindi lontanissimi dal mio progetto. Ho provato a mettere in pratica quanto appreso nella mia vita lavorativa precedente e ho illustrato la mia idea come fosse già una realtà consolidata, con riferimenti economici e valoriali: è stata una mossa vincente perché ho ottenuto un appoggio incondizionato, fondamentale per poter avviare l’attività, sviluppare la collezione e portarla poi a termine con il nostro e-commerce.   A proposito di vendita: come si possono acquistare i prodotti VY Milano? Nonostante il grande interesse da parte della grande distribuzione e delle farmacie, al momento abbiamo deciso di procedere vendendo direttamente attraverso il nostro sito. Siamo una start up e per noi è importante avere un dialogo attivo con le nostre clienti, che supportiamo nella fase di acquisto e poi nel follow up: l’idea è creare una community positiva dove le donne possano avere relazioni, dialogare e condividere le proprie esperienze sul benessere intimo e psicofisico.   So che ti stai mettendo in gioco anche tu. Nonostante io sia una persona molto riservata, credo che soprattutto all’inizio sia fondamentale spiegare al meglio come funzionano i nostri prodotti e metterci la faccia: per questo ho deciso di avvalermi dei social, raccontando in prima persona e in maniera autentica anche le mie esperienze, le difficoltà e i fastidi che possono creare disagio in una zona, quella vulvare, così delicata, creando una comunicazione molto diretta, un po’ alla “Sex and the City” tra noi donne. Oltre ai canali social, abbiamo comunque deciso di promuovere i nostri prodotti in televisione, un mezzo senza dubbio di grande impatto ed efficacia nella comunicazione.   Qualcosa sui sieri VY Milano che ti piacerebbe aggiungere per i nostri lettori? I nostri sieri sono un’innovazione studiata a sostegno del benessere delle donne, a tutte le età e ideale per potersi adattare a situazioni diverse. Vogliamo che le donne non si facciano, per così dire, andar bene delle situazioni di malessere intimo, che non si adattino al dolore, al fastidio o al senso di disagio vissuto in certe situazioni o fasi della vita. Prendersi cura di sé stesse e del proprio benessere di donna non può prescindere dal prendersi cura di una parte così fondamentale. Noi parliamo alle donne che amano sé stesse, che hanno consapevolezza del loro valore, a quelle che cercano soluzioni a cui fino ad ora il mercato non ha saputo rispondere e a chi, a partire da ora, vuole acquisire quella consapevolezza e cura di sé. Come diciamo sempre, “It’s about feeling better”, cioè si tratta di sentirsi meglio.   Un suggerimento alle ragazze che vorrebbero intraprendere una carriera imprenditoriale. Tanto per cominciare, noi donne non dobbiamo porci dei limiti, ma puntare i piedi e andare avanti in ciò in cui crediamo. Sono circondata da uomini imprenditori e vango da un’azienda familiare prettamente maschile, proprio in ragione del settore in cui opera, ma non ho mai pensato di non farcela o di avere qualcosa in meno o addirittura dei limiti, anzi. Mio padre prima di chiunque altro mi ha sempre ricordato come le donne imprenditrici siano sempre un passo avanti e più preparate a gestire le responsabilità. E’ corretto e onesto dire che bisogna anche poter contare su un supporto adeguato, perché è molto faticoso e occorre moltissima energia, oltre naturalmente a un budget in grado di sostenere il business. Infine, direi che bisogna essere pronte a rischiare e a mettere la faccia in quel che si sta facendo portando avanti le proprie idee fino in fondo ed affrontando con coraggio le sfide quotidiane.   A proposito di supporter: chi ti è più vicino? Ho potuto contare sull’appoggio fondamentale e insostituibile di tutta la mia famiglia, del mio fidanzato e delle mie amiche più strette e fidate. Le mie fan numero uno sono sicuramente le donne della nostra famiglia: sostenitrici convinte dei miei prodotti, che diffondono con orgoglio a tutte le amiche!    

  • Cristina Viola, Amministratore Delegato di VY Milano
    by Tgcom24 on 6 Maggio 2021 at 02:50
  • Amico sole: ci regala salute e allegria
    by Tgcom24 on 6 Maggio 2021 at 02:45
  • Tendenze arredo: rattan dentro e fuori casa, un autentico evergreen
    by Tgcom24 on 5 Maggio 2021 at 03:00

    Forte e raffinato: dall’intreccio delle fibre di rattan si possono ottenere mobili assai resistenti ed è per questo che viene utilizzato soprattutto per arredi da esterno, anche se da qualche tempo è diventato protagonista anche all’interno delle abitazioni. Molto popolare tra i design addicted, sta diventando anche icona della tendenza eco friendly dell’arredamento di casa, capace dunque di inserirsi a buon diritto nelle abitazioni di chi ama la natura e gli ambienti dal comfort green.   Versatile e ricercato: il rattan, grazie alla adattabilità che gli è propria, flessibile ed elastico com’è, si presta perfettamente ad essere utilizzato per realizzazione di arredi e oggetti dei più svariati. Poltrone, sedie, divani, testiere di letti, salottini da giardino e chi più ne ha, più ne metta. Stupendo per arredare terrazzi e balconi anche di piccole dimensioni, il rattan sa valorizzare anche il più piccolo angolo di casa con un pouf o un tavolino, o ancora con lampade e ceste da sistemare in bella mostra.   Divertente e dinamico: pur tenendo fede alla sua vocazione naturale, anche il rattan sa offrire, a chi ama divertirsi con la creatività tra le mura domestiche, diverse nuance tra cui scegliere. Con una tavolozza che va dalle tonalità più chiare e naturali fino al wengè, questo materiale è perfetto da abbinare a tessuti dalle tinte neutre in ambienti minimalisti o super colorati in sintonia con lo stile bohemien.    Al mare, in montagna, in città: il rattan non conosce limiti ed è la soluzione ideale per spazi outdoor o indoor qualunque sia la destinazione per cui lo abbiamo voluto. In una veranda da cui ammirare il mare, in un abbaino di montagna, sul balcone di una casa nel centro di una metropoli: le soluzioni di arredo sono davvero infinite e tutte assolutamente eleganti e sofisticate.   Naturale, ma non solo: se temiamo l’usura del materiale a causa delle intemperie, o non abbiamo voglia di eccedere con la manutenzione, in alternativa da qualche anno possiamo ricorrere al rattan sintetico, conosciuto anche come polyrattan: progettato per sembrare simile al vimini naturale, è realizzato in polietilene con tecnologie di stampaggio innovative capaci di produrre in maniera ecosostenibile, giacché il materiale necessario per la realizzazione del polyrattan è riciclabile al 100%.

  • Astrologia: lo Zodiaco nell’arte
    by Tgcom24 on 5 Maggio 2021 at 03:00

    Non si tratta di relazioni soltanto tra l’astrologia e la tradizione cristiana. Esistono, per esempio, dei dipinti in cui l’universo viene raffigurato come una “persona cosmica”, con chiari riferimenti ai Segni dello Zodiaco in relazione alle parti del corpo umano. Sia in Oriente che in Occidente era popolare la teoria dei Quattro Elementi, che venne riproposta spesso nelle opere d’arte. A Parigi, nella collezione Kugel, è conservato il “Globo celeste” in argento, dove sono rappresentate le costellazioni secondo la tradizione iconografica di Igino. Si tratta di una delle opere più antiche in cui viene raffigurata la volta celeste. Pare che in Italia la prima associazione dei mesi e dello Zodiaco fu realizzata nel Battistero di Parma, dove Benedetto Antelami realizzò deli altorilievi molto particolari. Nel corso degli anni, soprattutto nel Rinascimento, venivano spesso commissionate agli artisti opere che raffigurassero lo Zodiaco.  Sono stati tanti gli artisti a ricorrere alla simbologia astrologica. Tra questi, in Italia, ricordiamo Giotto, che espose nel campanile di Firenze le corrispondenze tra pianeti e uomo. Anche Leonardo Da Vinci nei suoi dipinti inserì dei riferimenti astrologici. Un esempio è sicuramente “Il Cenacolo”, dove è possibile trovare una corrispondenza tra ogni discepolo seduto a tavola con uno dei Segni Zodiacali e, al centro, Cristo raffigurato come il Sole. Inoltre, in tante città in Italia e in Europa è possibile ammirare orologi astronomici in cui vengono raffigurati i Segni Zodiacali.

  • Tendenze arredo: rattan dentro e fuori casa, un autentico evergreen
    by Tgcom24 on 5 Maggio 2021 at 02:50
  • Pet Astrology: come sarà il mese di maggio per il tuo cane
    by Tgcom24 on 4 Maggio 2021 at 03:00

    ARIETE – Mercurio e Venere in Gemelli saranno la tua salvezza in un mese in cui Marte farà di tutto per tenerti dentro casa tantissimo tempo. Preparati a fare delle brevi ma intense gite fuori porta con amici di famiglia che si prenderanno cura di te e ti faranno correre liberamente in mezzo alla natura. Per evitare punizioni, non abbaiare agli sconosciuti.   TORO – I primi giorni del mese saranno particolarmente divertenti, specialmente se li trascorrerai insieme ad una persona che ti adora ma che purtroppo non vive con te. Mercurio e Venere in Gemelli ti renderanno molto goloso e viziato. Non ti accontenterai degli avanzi dei tuoi proprietari, ma gradirai pietanze cucinate appositamente per te, con amore.   GEMELLI – Maggio sarà un mese indimenticabile per te. Potresti essere adottato da una nuova famiglia premurosa e gentile oppure potresti incontrare una nuova cagnolina con cui farai subito amicizia. Preparati a giocare e a divertirti in mezzo ai boschi o nel traffico della città. Riceverai tantissimi complimenti per quanto sei bello, dolce e coccoloso.   CANCRO – Marte nel tuo Segno questo mese ti renderà il cagnolino più coraggioso dello Zodiaco. Qualunque sia la tua taglia, non esiterai ad abbaiare e ringhiare a chiunque osi infastidire chi vive in casa con te o chi ti porta a passeggio. Mercurio e Venere ti faranno sentire il bisogno di riposare più spesso. Riceverai molte più coccole di quello che pensi.   LEONE – Sei pronto a fare amicizia con tutti i bambini (e non solo) del vicinato? Maggio sarà un mese molto movimentato e ti ritroverai spesso a giocare in luoghi magici, isolati dal caos della città. Marte potrebbe portare qualche piccolo malessere fisico, che il veterinario curerà con tanto impegno. Rivedere un amico di famiglia di renderà felice.   VERGINE – Il mese di maggio potrebbe essere particolarmente noioso e stressante per te, specialmente se sarai costretto ad adattarti ai ritmi lavorativi dei tuoi proprietari. Sembra che si siano dimenticati che tu hai bisogno di stare spesso all’aria aperta e fare qualche passeggiata almeno per i tuoi bisogni. Non essere triste. Qualcuno ti aiuterà.   BILANCIA – Nonostante Marte non ti faccia sentire particolarmente energico, questo sarà un mese abbastanza allegro, in cui non mancheranno occasioni di scodinzolare allegramente per andare incontro alle persone a cui vuoi bene. Con Venere in Gemelli, il veterinario consiglierà ai tuoi proprietari l’alimentazione giusta per rimetterti in forma anche fisicamente.   SCORPIONE – Marte e Venere questo mese parlano apertamente ai tuoi proprietari: tu desideri accoppiarti ed è per questo che a volte simuli movimenti strani anche con i cuscini o le sedie che trovi in casa. I più coraggiosi, ti accontenteranno e si prepareranno per accogliere una bella cucciolata. I più timorosi, continueranno a ridere di te per quanto sei buffo.   SAGITTARIO – Con Mercurio e Venere in opposizione per gran parte del mese, il tuo umore potrebbe essere molto triste. Vorresti essere lasciato libero di correre in luoghi aperti senza il guinzaglio e invece sei costretto a fare brevi passeggiate in compagnia di persone per cui non hai mai avuto grande simpatia. Non ti resta che abbaiare e fare qualche piccolo dispetto.   CAPRICORNO – Se i tuoi proprietari ti portano con una certa frequenza dal veterinario, è perché ti vogliono bene e desiderano vederti in forma. Marte in Cancro potrebbe portare qualche leggero malessere e devi essere felice di poterlo curare subito con i consigli degli specialisti. Approfitta di questa situazione per riposare e farti coccolare più spesso.   ACQUARIO – I primi giorni del mese ti vedranno ringhiare a tutti perché sarai stufo di stare in casa. Con Mercurio e Venere in Gemelli, la situazione prenderà una nuova direzione e tu diventerai iperattivo. Saltellerai felice sia in casa che per le vie della città. Ogni occasione sarà buona per fare le feste a chi si avvicinerà a te per farti una dolce carezza.   PESCI – Nonostante Mercurio e Venere possano portare qualche piccolo incidente domestico, Marte e Giove ti vedranno in gran forma per tutto il mese. Le coccole non ti basteranno mai, ma tutto sommato con i tuoi capricci riuscirai a far fare ai tuoi proprietari tutto quello che desideri. Nettuno nel tuo Segno favorirà divertenti gite al mare o al lago.

  • Primavera: ecco quel che serve per esibire un viso giovane e fresco
    by Tgcom24 on 4 Maggio 2021 at 03:00

    Anche se passati i trent’anni non dobbiamo più affrontare i problemi che affliggono i teenagers, quali l’orribile acne per esempio, che ci hanno costretto a porre grande attenzione alla buona salute della nostra pelle, siamo tuttavia nella fase della vita in cui pensare al futuro è doveroso e le attenzioni da dedicare al nostro viso diventano indispensabili per garantire il rinnovamento cellulare e allontanare il progressivo processo ossidativo.   Rughe, compagne di vita: i segni sul volto, i solchi che compaiono col passare del tempo, per alcuni sono la testimonianza dell’esperienza e della saggezza acquisite con l’età, per altri costituiscono inestetismi da contrastare. La nostra epidermide è estremamente elastica, tuttavia man mano che l’età avanza luminosità, tonicità e compattezza diminuiscono favorendo la comparsa delle rughe. Un processo di invecchiamento cutaneo che inizia già verso i 25 anni, ragione per la quale è fondamentale la prevenzione: con qualche astuzia possiamo avere un aspetto giovane e fresco a lungo, anche sotto l’ombrellone.   Punta su cibi sani: ancor prima dei trent’anni dunque la pelle inizia il suo lento processo di invecchiamento, anche in mancanza di particolari stress. Mitigare l’intensità e gli effetti di questo processo è possibile non solo grazie a cosmetici e trattamenti, ma anche e soprattutto a uno stile di vita sano e ad una alimentazione corretta. Per una idratazione ottimale, l’ideale per l’epidermide è una dieta ricca di verdura e frutta, di prodotti freschi, di cereali integrali, tisane e di tantissima acqua.    Scegli uno stile di vita corretto: una pelle tonica e luminosa è il sogno di tutte, ma per averla occorre avere qualche accortezza. Tenuto conto che l’epidermide risente dello stress del nostro stile di vita, oltre ad una alimentazione corretta bisogna affiancare trattamenti specifici idratanti e riequilibranti. Dormire poco, lavorare tanto, concedersi un drink non sono particolarmente indicati se desideriamo avere un viso bello e luminoso da condividere sui social. Tra gli acerrimi nemici di un aspetto splendente, alcool, fumo, cibi fritti, eccesso di zuccheri e poco movimento; semaforo verde, al contrario, per spremute o succhi, camminate all’aria aperta per ossigenare i polmoni e l’epidermide, e sì anche a qualche risata con gli amici, sempre terapeutica.   Non essere pigra: dai trent’anni in poi l’indolenza non è ammessa se si parla di cura della pelle. Essere costanti nel prendersi cura del proprio viso, prevenendo la formazione di radicali liberi, è fondamentale fin da subito, anche se può sembrare eccessivo. Quando i trattamenti sono costanti nel tempo e si comincia a farli fin da giovani, i risultati non stentano certo a farsi vedere: la soddisfazione si avrà a posteriori, quando a partire dai temutissimi 40 anni le rughe diventeranno decisamente più evidenti. Non solo: studi recenti hanno dimostrato come, tenendo ben attivo il sistema immunitario epidermico, questo agisca efficacemente da barriera contro stress e attacchi di agenti esterni. Puntiamo quindi senza esitazione su specifici prodotti antietà associandoli quanto più possibile agli antiossidanti naturali.   Fai attenzione al sole: dopo tanto stare in casa, non vediamo l’ora di stenderci al sole e ritrovare quel bel colorito ambrato che ci piace tanto. Bisogna però essere estremamente prudenti, perché il sole può diventare super dannoso quando ci si espone troppo e senza adeguate protezioni. Se l’abbronzatura è il nostro obiettivo, facciamo attenzione: evitiamo di stare a lungo sotto il sole, preferiamo le esposizioni nelle ore meno calde della giornata e difendiamo sempre la pelle con un fattore protettivo elevato. Con queste piccole astuzie potremo, tra le altre cose, contrastare l’accumulo di melanina responsabile delle antiestetiche macchie dermiche e prevenire danni cutanei importanti. Ricordiamo che l’azione combinata di raggi UVA, UVB e infrarossi su una pelle non protetta, a lungo andare può creare effetti altamente dannosi, come una notevole produzione di radicali liberi, responsabili di alterazioni a carico del DNA, fino alla mutazione genetica con conseguente formazione del cancro cutaneo.

  • Oroscopo: che figlia sei e che rapporti hai con la tua mamma?
    by Tgcom24 on 3 Maggio 2021 at 03:00

    ARIETE – Hai sempre avuto un grande rispetto per tua madre e le hai sempre mostrato un’immensa gratitudine per come ti ha educato e come ti ha cresciuto. Per te lei è una figura da proteggere perché, crescendo, ti rendi conto che, anche se è tua mamma, ha anche lei le debolezze di qualsiasi altro essere umano. Ti piace che sia orgogliosa di te e che lo ripeta spesso. Se tua mamma è dell’Ariete tenta spesso di fare la supereroina e ti incoraggia a dare il meglio di te in qualsiasi circostanza. Vuole comandare. TORO – Non sei mai stata una figlia particolarmente problematica e hai sempre pensato di doverti assumere le tue responsabilità, senza dare preoccupazioni ai tuoi genitori. Potresti entrare in competizione con tua madre perché vorresti avere il suo ruolo di reginetta della casa e non ritieni che lei sia sempre abbastanza protettiva e rassicurante in famiglia. Se tua mamma è del Toro sarà sempre un importante punto di riferimento per la tua vita. Ti fa sentire al sicuro e ti dà tutto l’affetto che desideri. GEMELLI – Sin dalla più tenera età potresti aver pensato che sia un grande vantaggio avere una madre che si assuma dei compiti e delle responsabilità da cui poterti svincolare. Ogni tanto, come figlia, dai qualche preoccupazione, ma ti fai perdonare con i tuoi modi di fare dolci e ruffiani. Ti piace chiacchierare e scherzare con lei, anche quando diventa anziana. Se tua mamma è del Gemelli può capitare che ti sembri una figlia più che una madre. Nonostante tutto, però, è divertente e non ti giudica. CANCRO – Per te la famiglia è intoccabile e hai sempre avuto un rapporto speciale con la figura materna: rappresenta un modello di vita, da cui fai fatica a staccarti anche quando sarebbe opportuno farlo. Sei abituata a condividere tutto con lei, anche i racconti della tua vita amorosa e intima. È la miglior confidente che tu abbia mai avuto e la ami profondamente. Se tua mamma è del Cancro i suoi sbalzi d’umore ogni tanto ti destabilizzano. Si commuove per ogni evento della tua vita e ti difende sempre. LEONE – Il rapporto con tua madre non è sempre facile, soprattutto se frena il tuo ego, che tende a prendere il sopravvento su tutto e su tutti sin dalla più tenera età. Non è tua abitudine raccontare le bugie pur di renderla felice, ma preferisci esporle i motivi per cui tu hai ragione e lei no. Il problema è che i tuoi modi di fare non sono sempre amorevoli.  Se tua mamma è del Leone ha grandi aspettative su di te, ma allo stesso tempo cerca di non essere oppressiva, ma di valorizzare i tuoi talenti. VERGINE – Sei sempre stata una figlia ubbidiente e gentile e, anche da adulta, cerchi di essere disponibile con tua madre ogni volta che se ne presenta l’occasione. Non riesci a tirarti indietro di fronte alle sue richieste e, se lei se ne dovesse approfittare, potrebbe condizionare la tua quotidianità. Ti preoccupi della sua salute e prenoti per lei le visite mediche. Se tua mamma è della Vergine si preoccupa facilmente per te. È una mamma un po’ ansiosa e tende a programmare le tue giornate di sua iniziativa. BILANCIA – Non si può dire che tu non abbia un buon rapporto con tua madre, ma forse meno intenso rispetto a quello che hanno le tue amiche con le loro mamme. Le racconti spesso della tua vita, ma difficilmente scendi nei dettagli e quindi la coinvolgi fino ad un certo punto. Ti rivolgi a lei quando vuoi un consiglio oggettivo sul tuo look o un nuovo taglio di capelli. Se tua mamma è della Bilancia è felice di vedere che la sua educazione ti abbia reso tanto gentile col prossimo. Vorrebbe scegliere il tuo guardaroba. SCORPIONE – La mamma è sempre la mamma e, anche se spesso ci litighi animatamente, la difendi e la proteggi da chiunque altro osi criticarla o mettere in dubbio quello che dice. Sei una figlia molto affettuosa e sin da piccola hai avuto bisogno del contatto fisico. Con un abbraccio riesci a trasmettere più che con tante parole. Può essere la custode dei tuoi segreti. Se tua mamma è dello Scorpione può essere molto più condizionante di quanto immagini per la tua vita. Ti ama tanto, ma può essere morbosa. SAGITTARIO – Tendi ad avere un rapporto equilibrato con tua madre. Le racconti gli episodi salienti della tua vita, ma non scendi in dettagli troppo intimi che invece di solito confidi alle tue amiche. Hai grande stima di lei e le sei grata per averti dato la libertà di viaggiare, studiare e dedicarti alle cose che ami. Ti piacerebbe fare un lungo viaggio insieme a lei. Se tua mamma è del Sagittario è una mamma allegra, simpatica e positiva. Potrebbe trattenerti per lunghe ore al telefono, se non la fermi. CAPRICORNO – Nonostante tu abbia sempre avuto un debole per il tuo papà, la figura materna è sempre stata un punto di riferimento importante per la tua vita. Per carattere, non sei particolarmente espansiva e soltanto una mamma molto affettuosa potrebbe insegnarti a diventare generosa nelle tue manifestazioni emotive. Hai sempre rispettato le sue regole e decisioni. Se tua mamma è del Capricorno potrebbe essere stata severa, ma con un dolce abbraccio anche lei si scioglie e lascia emergere la sua tenerezza. ACQUARIO – Sei uno spirito libero: la mamma ha sicuramente un ruolo particolare nella tua vita, ma ti piace considerarla alla tua pari, come un’amica. Le fai presto capire di non essere disposta a rispettare le sue regole, a meno che non te ne spieghi l’utilità. Molte volte sei tu ad ascoltare le sue confidenze e a darle consigli per vivere più serenamente. Se tua mamma è dell’Acquario non sempre risponde alle tue telefonate, ma puoi contare su di lei anche quando ti metti deliberatamente nei pasticci. PESCI – Hai sempre cercato nella figura materna tanta dolcezza e tenerezza, ma non sempre capita di avere una mamma abbastanza affettuosa e questo potrebbe rappresentare uno scoglio tra te e lei. La chiami spesso e cerchi di essere sempre presente per lei. Quando puoi, non le fai mancare qualche piccolo regalo in segno di gratitudine per averti messo al mondo. Se tua mamma è del Pesci è una mamma apprensiva, ma non ti conviene raccontarle bugie: ha un fiuto straordinario per scoprirle. È dolcissima.  

  • Sabrina Iencinella: “Magia, tranquillità ed energia positiva sono fondamentali” 
    by Tgcom24 on 3 Maggio 2021 at 03:00

    Ciao, Sabrina. So di trovarti nel tuo ufficio di ViaSpiga15 a Milano… Sì, sono qui all’interno del mio spazio nel quadrilatero della Moda, una location che amo follemente e che mi regala sensazioni positive. Fra l’altro, ho appena concluso un incontro molto interessante con un brand che mi piace moltissimo e che ha scelto questo luogo per un loro evento aziendale: mi rende felice questa partnership, mi piace l’idea che i clienti possano sentire l’energia positiva che ViaSpiga15 sa offrire.   La moda da parte della tua storia personale. Mi racconti com’è andata? In effetti, dopo aver trascorso una infanzia felice a Jesi, nelle Marche, cresciuta in una famiglia dove semplicità, autenticità e tradizione erano tra i valori più importanti, decisi di partecipare al concorso di Miss Italia. Da lì al trasferimento a Parigi per lavorare come modella il passo fu breve, non senza disappunto dei miei genitori, che non vedevano di buon occhio una carriera in un ambito così distante dal loro modo di pensare. L’esperienza fu molto formativa e interessante, ma dopo tre mesi circa rientrai in Italia e decisi di fermarmi a Milano, città che amo, dove continuai la mia carriera nella moda.   Anche la TV ti ha vista protagonista. Una parentesi nel mondo dello spettacolo che mi ha molto divertito: da “Buona Domenica” a “Paperissima”, da “Il Quizzone” a “Re per una Notte”, tutti programmi che mi sono rimasti nel cuore, anche se ho sempre considerato la televisione come un gioco e non mi sono mai veramente sentita parte di quel mondo. Per questo ho deciso di cimentarmi in una attività diversa, ma non distante, cioè quella dell’organizzazione di eventi. Ho aperto un’agenzia e mi sono poi specializzata negli eventi che si tengono all’interno dei centri commerciali e negli outlet: mi piaceva far divertire la gente, regalare un sorriso, far stare bene le persone.   L’idea di aprire uno spazio in ViaSpiga15 invece come è nata? Ho avuto l’occasione di vedere questo spazio, del quale mi sono innamorata subito. Inizialmente doveva essere allestito per costituire un appoggio per le mie attività, ma poi ho deciso di condividerlo con le aziende e le persone che vogliono proporre il proprio prodotto, organizzare un evento o semplicemente un incontro d’affari. Abbiamo inaugurato ViaSpiga15 nel 2020, un anno duro e difficile, durante il quale non ho avuto il tempo necessario per farmi conoscere, ma sono certa che sarà un luogo ideale per fare delle cose belle: qui ci sono magia, tranquillità ed energia positiva, a mio avviso fondamentali per stare bene, lavorare bene e avere successo nella propria attività.   Essere bella ed essere donna: due aspetti che hanno condizionato la tua carriera? La bellezza aiuta ad aprire molte porte: soprattutto quando ero giovane magari venivo ricevuta per questo. Più difficile è stato affermare la mia professionalità e bravura, in un mondo piuttosto maschilista in cui ho dovuto sempre dimostrare di essere all’altezza. Oggi, grazie alla maturità, la bellezza non mi interessa più, all’aspetto esteriore preferisco decisamente la dimensione interiore delle persone, il loro cuore. Mi piace circondarmi di positività, energia e buoni sentimenti, a maggior ragione dopo questo periodo in cui abbiamo capito quanto rispettare la natura e cercare il benessere psicofisico siano assolutamente fondamentali per il nostro presente, ma ancor più per il nostro futuro.   In tutto questo, non hai trascurato la vita privata. Circa vent’anni fa ho conosciuto il mio compagno, Antonio Percassi, un grande imprenditore e ovviamente un uomo davvero molto impegnato su moltissimi fronti. Poi, dopo averlo molto desiderato e voluto, è nato nostro figlio Michael, che oggi ha otto anni: un vero dono divino, la gioia più autentica. Per noi è stata un’esperienza stupenda, dalla gravidanza alla nascita, e ovviamente è meraviglioso adesso vederlo crescere. Quanto al resto, devo dire che io e Antonio siamo complementari, per certi aspetti anche molto diversi, ma la nostra è un’unione solidissima, che non conosce la noia o la scontatezza: non abbiamo mai avuto paura del confronto, a volte anche della discussione accesa, sempre però finalizzata a una crescita del rapporto e alla voglia di stare insieme.   La vostra vita familiare ti è stata di ispirazione per ViaSpiga15, non è così? Proprio per cercare di offrirgli la serenità necessaria a mantenere un buon equilibrio personale e professionale, ho deciso che dovevo regalare al mio compagno una tranquillità assoluta quando rientrava a casa dopo una giornata intensa di lavoro. Creare un ambiente che lo facesse sentire a suo agio è diventato un obiettivo che ho cercato di realizzare: sapendo quanto lui amasse il bello, mi sono impegnata affinché trovasse un contesto che lo facesse sentire a suo agio, che lo accogliesse al suo arrivo a casa: musica, fiori, quiete, eleganza e bellezza degli arredi. Anche forte questa esperienza, che si è rivelata vincente, mi sono finalmente convinta a voler creare uno spazio dalle caratteristiche che mi sono care: serenità, bellezza ed energia positiva. E’ quello che si trova in ViaSpiga15.   Adesso che sei una imprenditrice affermata cosa pensano i tuoi genitori? I miei mi hanno sempre accettata e apprezzata e ora so di poter anche godere della loro stima nei miei confronti. Sono sorpresa e commossa poi nel vedere la tenerezza di mio padre, che è sempre stato piuttosto introverso e poco espansivo, nei confronti di mio figlio: è emozionante. Inoltre, essendomi allontanata da Jesi giovanissima, ho un grande desiderio di riappropriarmi delle tradizioni e dei valori della mia famiglia e di quella terra, alla quale oggi più che mai sento di essere legata. Voglio recuperare il tempo perduto e stare quanto più possibile con i miei, magari anche accompagnando mio padre, cuoco provetto, a cercare le fattorie e le aziende agricole che producono le specialità del territorio per trovare quelle più interessanti e con i prodotti migliori.   A proposito di cibo e alimentazione: so che è un tema a te caro. A me piace moltissimo la cucina, è una vera passione. Ma accanto a questa, adoro poter utilizzare gli ingredienti provenienti dal mio orto, che hanno un sapore intenso e un profumo unico. Ammetto che il trasferimento a Bergamo dalla mia adorata Milano all’inizio non è stato semplice, ma oggi apprezzo il fatto di poter vivere in una casa immersa nella natura, capace di rigenerare e ricaricare, e dove posso anche tenere degli animali: a parte i miei due cagnolini, ho delle pecore, degli asinelli e anche le galline.   Un suggerimento alle donne che vorrebbero diventare imprenditrici? Occorre essere portati, sentire forte lo stimolo per questa attività senza dimenticare che bisogna fare tanti sacrifici, spesso dovendo sacrificare a famiglia. Mantenere un buon equilibrio con sé stesse è necessario, ma talvolta difficile da trovare; in definitiva, direi che per imboccare la strada giusta bisogna dare ascolto al proprio istinto, al nostro sesto senso che purtroppo dimentichiamo di avere.

  • Sabrina Iencinella, fondatrice di ViaSpiga15
    by Tgcom24 on 3 Maggio 2021 at 02:50